Riuscirà EweWood in questa nuova sfida ? … stay tuned …

IMG_6563-mod

locandina pnarticolo 2

I sistemi costruttivi in legno conquistano Extreme Makeover Home Edition Italia

Ewe Wood rilancia la sfida e realizza una seconda casa in legno di 180mq in 7 giorni

Roma li, 20 giugno 2014

Le costruzioni in legno stanno vivendo un momento di forte diffusione in Italia, non a caso nella nuova edizione di Extreme Makeover Home Edition Italia condotta da Alessia Marcuzzi, le case in legno hanno dominato la scena. Nella seconda puntata abbiamo visto la famiglia Magrini, vittima di pregiudizi e discriminazioni e senza fissa dimora, realizzare il sogno di avere una casa bella e confortevole, in questo caso il costruttore, Ewe Wood, ha realizzato per loro un edificio in legno ad alto confort abitativo di 230mq in tempi record. Tutto ciò e stato possibile grazie al sistema costruttivo a telaio utilizzato, che ha permesso l’arrivo in cantiere di pareti prefabbricate già complete d’isolamento, infissi, predisposizione agli impianti e cartongessi, consentendo di realizzare l’intero progetto in soli 7 giorni.

E se la casa in legno consegnata alla famiglia Magrini ha seguito alti standard qualitativi, garantendo risparmio energetico, confort abitativo e sicurezza antisismica quella che vedremo nella puntata di lunedì 23 giugno è ancora una costruzione in legno di grande qualità, avendo seguito anche il protocollo Arca per la certificazione degli edifici in legno, realizzata però con il sistema costruttivo XLAM.

Ewe Wood ha, infatti, lanciato un’altra sfida a Extreme Makeover Home Edition Italia, dimostrando la grande versatilità costruttiva dei sistemi in legno.
Se nella seconda puntata, è emersa la grande velocità costruttiva del sistema a telaio in legno, questa volta si è messo alla prova il sistema costruttivo che utilizza l’XLAM, ovvero pareti costituite da pannelli di legno multistrato, che hanno funzione portante nelle costruzioni in legno ecocompatibili, tutti i pannelli necessari alla realizzazione del progetto sono stati forniti dall’azienda Trentina Xlam Dolomiti. Con il sistema XLAM, a differenza del sistema a telaio, le pareti in legno che arrivano in cantiere non sono già complete d’isolamenti, infissi e predisposizioni agli impianti, quindi, come in un cantiere tradizionale una volta erette le pareti si procede all’inserimento di tutti questi elementi e il risultato è un edificio assolutamente sostenibile con una grande tenuta termica sia in estate che in inverno, dove il benessere abitativo è al primo posto. La sfida della quarta puntata, in onda lunedì 23 giugno in prima serata su Canale 5, vedrà il Team di Ewe Wood a Poggio Nativo in provincia di Rieti, impegnato nella realizzazione di un progetto ambizioso, un edificio di 180mq disposto su due piani da consegnare in soli 7 giorni. Sfida difficile ma non impossibile soprattutto grazie al sistema costruttivo utilizzato, che oltre ad offrire alla famiglia destinataria una casa confortevole, salubre e sicura anche dal punto di vista sismico, è assolutamente sostenibile e in armonia con l’ambiente. Indipendentemente dal sistema costruttivo utilizzato, il legno incarna alla perfezione i concetti ai quali s’ispira l’edilizia sostenibile e se si tratta del più antico materiale da costruzione mai utilizzato dall’uomo, la storia del suo successo è tutt’altro che ai titoli di coda…

 

 

Similar Posts

Leave a reply

required*